“Il leader è colui che riesce a investire sui punti di forza dei suoi collaboratori, tralasciando le aree dove sono carenti. Ognuno dovrebbe approfondire le aree dove eccelle e non perdere tempo in lavori e attività dove si è obiettivamente più deboli.”

Peter Drucker

Creare una leadership responsabile e sostenibile non è un miraggio, ma per riuscirci è necessario mettersi in gioco.

A partire da un cambio di paradigma del sistema organizzativo.

È tempo di abbandonare il modello piramidale, ormai obsoleto,frustrante e alienante dove le persone sono in azienda per lo più a produrre eseguendo ordini impartiti dall’alto con un livello di coinvolgimento spesso limitato.

Ora, più che mai, è necessario sviluppare un modello circolare in cui le persone contribuiscono attraverso il loro coinvolgimento responsabile con idee, soluzioni e competenze alla sostenibilità dell’azienda.

Contribuire in maniera responsabile attraverso il proprio lavoro a generare la sostenibilità dell’azienda dovrebbe essere nell’interesse di tutte le persone che ci lavorano, indipendentemente dal ruolo svolto, visto e considerato che il lavoro porta a una realizzazione professionale e anche personale: basti pensare ai progetti che ogni persona vuole creare nella sua vita, la famiglia, i viaggi, la casa, la libertà finanziaria.

Nello specifico mi voglio focalizzare su un ruolo fondamentale in azienda per condurre le persone da un modello organizzativo piramidale verso un modello organizzativo circolare: la figura del LEADER

Molto più di un semplice capo o manager, il leader deve evolvere il suo ruolo in azienda esprimendo, con il proprio modo di essere e agire, una leadership che io definisco responsabile e sostenibile.

Come fare per realizzarla?

  • Mettere le persone al centro e aiutandole a lavorare con la logica del NOI
  • Ispirare le persone ogni giorno a sentirsi parte dell’azienda attraverso l’importanza del proprio ruolo professionale per il funzionamento delle aree e dell’azienda stessa
  • Riconoscere l’importanza del bagaglio professionale di ciascuno come fondamentale per la creazione di valore e innovazione per la sostenibilità dell’azienda.

LEGGI Come valorizzare i talenti individuali per la sostenibilità della tua azienda

Leadership responsabile per un'impresa sostenibile 1

Le 4 R e i 5 comportamenti per una leadership responsabile e sostenibile

Nei percorsi di consulenza sui temi della sostenibilità e gestione delle persone che sviluppo con le PMI ho identificato le 4 R e i 5 Comportamenti che supportano il leader a sviluppare uno stile di leadership responsabile e sostenibile per accompagnare le persone da un modello piramidale a un modello circolare.

1.Cogli l’attimo e utilizza il BONUS di 30 minuti GRATIS di CONSULENZA on line per parlarne direttamente con me, scrivimi per prenotare!

2. LE 4 R – RISPETTO, RICONOSCIMENTO, RELAZIONE E RESPONSABILITÀ

Vediamo insieme le 4 R, le attitudini che il Leader deve avere per lavorare con le Persone in azienda.

A.   Rispetto

Il collaboratore deve sentire di essere rispettato da tutto il gruppo. Fare della cortesia una priorità personale e aspettarsi lo stesso da ogni componente.

Un altro modo è considerare apertamente come fattore positivo l’eterogeneità del team e far sì che tutti prestino la stessa attenzione ad ogni idea e diano lo stesso valore ad ogni contributo.

B.   Riconoscimento

Le persone attribuiscono un valore profondo al riconoscimento dei propri meriti. Se il leader riconosce il contributo dato al progetto dai vari membri del team questi si sentiranno una causa diretta del risultato ottenuto. Ciò li farà sentire valorizzati e favorirà la creazione di un clima di fiducia.

C.   Relazione interpersonale

Il leader deve instaurare un clima favorevole per creare relazioni interpersonali positive anche attraverso momenti di allegria condivisa che rafforzano il legame tra i collaboratori e migliorano le performance del team.

Il leader ha la responsabilità di gestire eventuali tensioni tra le persone nell’immediato per evitare che si trascinino e degenerino in situazioni di conflitto più impegnative che vanno a influire sulla resa professionale delle persone.

D.   Responsabilità

Il senso di responsabilità nel rispetto delle persone nel gruppo e nello svolgere il proprio ruolo e mansione al meglio per la realizzazione del progetto deve essere condivido e fatto percepire dal leader a ogni componente del gruppo.

3. I 5 COMPORTAMENTI PER IL LEADER

Scopriamo insieme i 5 COMPORTAMENTI che il leader deve attuare per una leadership responsabile e sostenibile sono alla base di una strategia volta a creare un benessere di base per i propri collaboratori.

1.   Ispirare una VISIONE COMUNE

Il leader investe parte del suo tempo nel vedere cosa c’è all’orizzonte grazie alla sua lungimiranza e definire una visione che deve essere condivisa con le persone del team per avere insieme un’ispirazione comune da realizzare a medio lungo termine.

2.   Mettere gli altri in GRADO DI AGIRE

Il leader raggiunge il successo insieme alle sue persone. Il leader cerca il contributo e il supporto di tutti per realizzare il progetto con successo.

La focalizzazione è permettere alle persone di operare in modo responsabile per fare un buon lavoro al fine di raggiungere il risultato per la sostenibilità dell’azienda. Il Leader ha l’impegno d’incoraggiare i collaboratori e a costruire team di lavoro collaborativi ed efficaci.

3.   Tracciare il PERCORSO

Il leader deve avere la visione chiara di dove sta andando l’azienda per creare un piano strategico per poter raggiungere gli obiettivi. Deve avviare progetti, verificarne l’andamento e se necessario attuare azioni correttive.

Il leader deve pertanto tracciare un percorso da attuare insieme al suo team che sia sostenibile nel tempo per il raggiungimento degli obiettivi definiti.

4.   Infondere CORAGGIO

Di fronte agli obiettivi sfidanti da raggiungere può succedere che le persone si sentano esauste o demotivate. È soprattutto in questi momenti che il leader deve agire infondendo coraggio e sostegno alle sue persone.

È necessario lavorare sul riconoscimento delle persone per il loro valore umano e professionale messo a disposizione per la sostenibilità dell’azienda.

5.   Mettere in discussione i PARADIGMI

Il fatto di aver anticipato un mercato, di aver puntato sull’innovazione, sulla sostenibilità, di aver rotto le regole del passato per intraprendere nuove sfide, può essere la giusta chiave di lettura di un’attività che richiede di aprirsi al cambiamento e che si può sintetizzare con ‘mettere in discussione i paradigmi.’

Il leader deve essere aperto ad accogliere il cambiamento, il nuovo, un modo diverso da quello che è sempre stato fatto.

E tu, che Leader sei?

Se nel tuo lavoro sei un leader e vuoi condividere il tuo modo di applicare la leadership responsabile e sostenibile oppure vuoi capire come trasformare la tua leadership ‘vecchio stampo’, scrivimi e volentieri ti risponderò.

Buon lavoro!